eventiinbus2017

[Coldplaying.com] Intervista con il quinto membro e direttore artistico dei Coldplay Phil Harvey

Coldplaying.com ha intervistato Phil Harvey, quinto membro della band e presenza fondamentale nella loro carriera. Phil parla della sua vita, del lavoro e delle ispirazioni della band, di Glastonbury e di altro ancora.

 

CPying1

Grazie per il tempo che hai dedicato a Coldplaying, Phil. Ci piacerebbe sapere un po’ di te per prima cosa, dove sei cresciuto? E chi era il tuo eroe quando eri bambino?
Sono cresciuto nel Devon – a 30 minuti dalla casa dei genitori di Chris. Frequentavamo la stessa scuola. I miei eroi erano Phil Collins e Richard Hadlee (il giocatore di cricket neo-zelandese). Ad un certo punto durante la mia adolescenza dovetti scegliere tra il cricket e la musica…E vinse la musica.

Se dovessi scegliere quale canzone rappresenta al meglio la band? Oppure se dovessero suonare una solo delle loro canzoni quale sarebbe?
Direi Clocks. Ad oggi, non capisco ancora da dove sia arrivata quella canzone e come abbiano fatto a registrarla così velocemente (pochi giorni prima di dover consegnare AROBTTH alla casa discografica).

Che tipo di musica influenza la band e perché?
All’inizio c’erano alcune band che avevano molta influenza sul loro sound: U2, Radiohead, Echo and the Bunnymen, REM, The Flaming Lips, etc, etc. Con il passare del tempo, credo che siano diventati più eclettici nei loro gusti. Ascoltano – e traggono ispirazione – da qualsiasi cosa.

Se tu o qualcuno della band (se potessi chiedere a loro) fosse un grande artista e sapesse dipingere qualsiasi cosa volesse, cosa sceglieresti?
Sicuramente dipingerei mia moglie e i miei due figli (probabilmente con Ajax, il nostro cocker spaniel).

Tu o qualcuno nella band ha un artista/canzone del genere ambientale (o simili) preferiti?
Assolutamente il padrino della musica ambientale… Brian Eno.

 CPying2

C’è qualche possibilità che i Coldplay si esibiscano nel prossimo futuro a Glastonbury?
Ci piacerebbe molto tornarci ancora…è il migliore festival del mondo… ma c’è molta competizione per quel palco quindi dobbiamo aspettare e vedere se ci inviteranno…

È stata promossa una campagna per rendere omaggio a Chris nella sua città natale, Exeter. Molti giornali hanno scritto che lui si è rifiutato. Quali aggiornamenti ci puoi dare sulla vicenda?
Chris si è sentito davvero onorato della proposta. Non ha rifiutato ma ha chiesto alla città di permettergli di “fare qualcosa di davvero importante” prima di accettare questa onorificenza. Non crede di meritarsela ancora.

Una domanda su Chris. Si allena in modo particolare prima o durante i lunghi tour della band?
Chris si allena sempre con molta costanza ma in modo particolare in preparazione dei tour. È la persona più in forma che conosco.

 CPying3

I Coldplay stanno programmando di esibirsi in paesi dove non sono mai stati?
Si. Al 100%. Si accettano suggerimenti!

Qual è la tua location preferita per un concerto?
Il Pyramid Stage al Glastonbury Festival.

Qual è il più grande traguardo nella tua carriera musicale?
Essere amico di Chris, Guy, Will e Jonny.

 CPying4

In una recente intervista hanno dichiarato che gli accordi con la casa discografica per l’album erano al termine, creeranno la loro etichetta discografica?
Non credo. Ci sarebbe davvero tantissimo lavoro da fare!

Grazie mille Phil per averci dato la possibilità di intervistarti, non vediamo l’ora che vedere cosa ha in serbo la band per i Coldplayer, avete i migliori fan del mondo.

Informazioni aggiuntive

  • Fonte: http://www.coldplaying.com/exclusive-interview-with-coldplays-fifth-member-and-creative-director-phil-harvey/
  • Autore: Coldplaying.com
  • Traduzione: Elena
Elena

Mi definisco "Appassionata per caso" dei Coldplay. Siamo nel 2003, compro AROBTTH in un negozio di CD usati, perchè mi piaceva In My Place. Da quel momento non mi hanno più abbandonato, grandi interpreti di parte della mia vita. Con grande piacere entro a far parte della formidabile squadra di Coldplayzone come traduttrice.

In My Place.