eventiinbus2017

Twisted Logic Tour

Il Twisted Logic Tour è stato il tour di promozione del terzo album, X&Y. Si è snodato lungo 5 "legs", per un totale di 138 concerti, è iniziato il 9 giugno 2005 ed è terminato il 4 marzo 2007, per un totale di 14 mesi effettivi di continui show in palazzetti e arene.
Per l'occasione i Coldplay sono sbarcati, nei primi mesi del 2007, anche in Sud America suonando in Cile, Argentina, Brasile e Messico per un totale di 11 date. Per l'importanza dell'evento, il gruppo ha deciso di pubblicare un'esclusiva versione dell'album (disco + DVD Bonus con tutte le b-side dei singoli estratti, più contenuti speciali).

Con la prima North American Leg (2005), i Coldplay hanno raccolto proventi stimati per oltre 24,1 milioni di dollari. La seconda North American Leg è terminata il 6 aprile 2006, al Wachovia Center di Philapelphia.
Il tour è stata anche l'occasione per la registrazione video dei concerti dell'Air Canada Centre di Toronto, in Ontario, tenutisi il 22 e il 23 marzo 2006, registrazione per la quale, in un primo momento, era stata annunciata l'uscita sul mercato di un DVD; in seguito è stato invece smentito tutto e l'evento è stato trasmesso online (in streaming) e poi mandato in onda in esclusiva su Much Music il 14 dicembre 2006 alle 21:00 e alle 24:00 e il giorno successivo alle 15:30. Da lì in avanti, la registrazione è stata ceduta anche ad altre emittenti televisive e satellitari del mondo.

Il Twisted Logic Tour è stato il primo a non essere chiamato con lo stesso nome dell'album da promuovere.

La tournee è diventata famosa per il largo uso di "stage effects". Luci stroboscopiche, a laser e a luminescenza diffusa, hanno permesso di creare un elaborato gioco di luci, proiettate anche secondo il suono prodotto e le caratteristiche dei display. La strumentazione audiofonica è stata di tale prim'ordine che il suono è risultato essere a diffusione uniforme, per cui in qualsiasi punto delle zone adibite ad accogliere il pubblico si è potuto sentire il sound allo stesso volume e con la stessa intensità. Sullo sfondo del palco sono stati montati due pannelli video panoramici su cui sono state visualizzate immagini tratte dal concerto e fotogrammi creati al computer, dal video di un orso che girovaga cercando aiuto per Talk fino al montaggio dei blocchi colorati del codice Baudot durante Clocks.

Altri momenti degni di nota, avvenuti durante le date del tour, sono stati i seguenti:

  • Un display che segnava il conto alla rovescia (partiva da 120 secondi) è stato mostrato sul pannello panoramico durante le performance di Square One, e il tutto aveva inizio non appena la band giungeva sul palco. Il timer raggiungeva quota 0 non appena aveva inizio il primo ritornello, mentre si diffondeva una luce intensa e diffusa prima rossa, poi verde ed infine blu (in sequenza loop) e che variava al variare delle battute di batteria;
  • Chris Martin ha cambiato spesso il testo di Politik per notificare qualcosa relativo a quel concerto oppure ad un evento recente. Anche per God Put A Smile Upon Your Face ci sono state spesso delle variazioni, ma per 'ospitare' snippet di varie canzoni e piccole cover;
  • Durante Yellow, da un enorme recipiente posto in alto sul palco sono stati gettati, a cascata, enormi palloni gialli contententi striscioline di carta argentata. Tale consuetudine è stata un omaggio ai Flaming Lips;
  • Sul finire di The Scientist partiva la versione backwards cantata al contrario, e il più delle volte è stato lo stesso Chris a cantarla in presa diretta. Sullo sfondo, il video della canzone Powers Of Ten di Charles & Ray Eames;
  • Martin correva sempre tra il pubblico durante la performance di In My Place;
  • Alcune volte i membri della band hanno scattato fotografie prima e durante gli show con fotocamere digitali, per poi donarle al pubblico. Questa è stata un'idea di Guy Berryman;
  • Con lo spostamento dal palco ad un sottopalco, cominciava ad ogni concerto la "sezione acustica" dello show. I brani solitamente eseguiti in maniera acustica erano 'Til Kingdom Come, Don't Panic, Green Eyes e (raramente) anche Trouble. In aggiunta, molto spesso anche la cover di un brano di Johnny Cash, Ring Of Fire, mai sostituita se non una sola volta, a Milano, con una reinterpretazione di Simple Twist Of Fate di Bob Dylan;
  • Martin, ad ogni concerto, incoraggiava il pubblico ad utilizzare simultaneamente i flash di macchine fotografiche e fotocamere digitali durante il ritornello di Talk, così come anche durante Low (fra l'altro, nel mentre delle performance di questo brano, i pannelli video mostravano un'esplosione di luci bianche). Sempre in Talk, Chris era solito prendere il telefonino di un fan e chiamare un numero a caso della rubrica, cantandogli la canzone mentre la comunicazione era attiva;
  • Chris, in alcuni frangenti, durante la parte non cantata di Fix You, agitava una corda con attaccata una lampadina gialla (così come nel video). Nei concerti svoltisi nelle arene (come accadde a Verona, per esempio) al momento del rilascio della cordicella, venivano sparati i fuochi d'artificio;
  • Una luce tipo laser a elevata profondità è stata lanciata dal palco verso gli spettatori durante Clocks, una abitudine reintrodotta nella seconda edizione del North American Tour;
  • Mentre veniva eseguita Swallowed In The Sea, sul pannello video venivano proiettate le immagini di un testo di una canzone, scritto a mano, assieme ad una lista di canzoni (già esistenti e future) dei Coldplay. Si suppone che il testo della canzone di riferimento fosse del brano X&Y;
  • La chiusura di Clocks è stata caratterizzata dalla velocizzazione dell'esecuzione - al piano prima e agli strumenti restanti poi - ad un ritmo estremo;
  • In alcune date tedesche Martin ha chiesto al pubblico 'Wo geht es zum Bahnhof?', ossia 'Qual è la prossima stazione del treno?', un probabile riferimento a Zoo Station degli U2 (e quindi una sorta di riconoscimento e tributo).

La setlist di un concerto standard del Twisted Logic Tour era composta, ovviamente, da molti brani di X&Y, ma non sono mancati riferimenti all'album A Rush Of Blood To The Head (soprattutto Politik, Clocks, The Scientist e In My Place) e a Parachutes (Don't Panic e Yellow, ma a volte anche Trouble).
L'unico nuovo brano proposto durante il Tour è stato How You See The World No.2, versione successiva alla prima e riscritta per l'album Help: A Day In The Life i cui proventi sono stati devoluti in beneficenza.

L'ultima canzone prima dell'ingresso in scena della band di solito era Meaning Of The 5% di Brand Nubian oppure Tomorrow Never Knows dei Beatles. Il pezzo con cui i Coldplay erano soliti congedarsi era invece Good Night, sempre dei Beatles.

Ecco la setlist standard del Twisted Logic Tour:

  1. Square One
  2. Politik
  3. Yellow
  4. Speed Of Sound
  5. God Put A Smile Upon Your Face
  6. X&Y
  7. What If
  8. White Shadows
  9. The Scientist
  10. 'Til Kingdom Come
  11. Ring Of Fire (Johnny Cash Cover)
  12. Don't Panic
  13. Clocks
  14. Talk

[Encore]

  1. Swallowed In the Sea
  2. In My Place
  3. Fix You