eventiinbus2017
[Melody Maker] Intervista a Chris Martin [Melody Maker] Intervista a Chris Martin

[Melody Maker] Intervista a Chris Martin - periodo Parachutes

Melody Maker: Riusciresti a fare la pipì davanti ad un’altra persona?
Chris Martin: "Si, non sono mai stato timido nel fare la pipì".

MM: La tua casa va a fuoco e dopo aver salvato i tuoi cari e gli animali domestici, hai il tempo per salvare solo un’altra cosa. Cosa?CM: "La mia collana. Ha una piccola croce che mi è stata regalata da un mio amico un bel po’ di anni fa. Oltre a quella, sto cercando di non affezionarmi troppo a nessun’altra cosa perchè potrebbe sempre rompersi o essere persa, no?"

MM: Se scoprissi che il tuo amico più caro fosse uno spacciatore di eroina, cosa faresti?
CM: "Non gliela comprerei mai”.

MM: Chi ammiri di più per cosa e cosa ti ispira tale persona?
CM: "Mia mamma e mio papà. Sono stati bravi, e hanno instillato la giusta filosofia di vita in me. Anche se all’inizio la rigetti, 10 anni dopo ti accorgi che era la cosa giusta. Mio padre ci diceva sempre di non rinunciare, di prendere le cose brutte che accadono e trasformarle in cose positive. E funziona a meraviglia. E’ una cosa che ti rende sempre più forte."

MM: Sei mai stato attratto da qualcuno del tuo stesso sesso?
CM: "No veramente, no. Non credo. C’è stata una volta in cui ho guardato una ragazza e ho pensato 'Carina' ma in realtà era un ragazzo! Quindi ho abbassato la voce e me ne sono andato."

MM: L’ultima volta che ai fatto a botte, cos’ha causato la tua reazione e chi ha vinto?
CM: "A scuola, durante la merenda. Ricordo che ero inseguito da questo tipo che si chiamava Scott, e mi ha pestato alla grande. Non mi ricordo quale fosse la causa, qualche litigio. Non puoi ricordarti i litigi che hai fatto quando avevi 15 anni."

MM: Hai una fantasia preferita legata al sesso?
CM: "Mi è sempre piaciuta l’idea di innamorarmi di una delle mie professoresse e scappare via. Una cosa alla Robinson Crusoe senza niente, vivendo da selvaggi, come Tarzan e Jane. Mi piacerebbe."

MM: Quando è stata l’ultima volta che hai rubato qualcosa?
CM: "Io e mio cugino avevamo l’abitudine di prendere e nascodere delle caramelle dal pick 'n' mix dentro a Woolworths quando avevamo 11 anni, eravamo fottutamente bravi a farlo. Poi una volta, abbiamo tentato di prendere il super premio, una barretta di Superdrug ma ci hanno presi e da allora non abbiamo più rubato niente. Mio fratello una volta ha rubato la copertina di un album degli Skid Row perché l’aveva copiato per un suo amico. Ma a quell’età l’ho disapprovato per quello che aveva fatto, dopo l’esperienza della barretta di Mars."

MM: Quand’è stata l’ultima volta che hai pianto di fronte a qualcuno?
CM: "Piango sempre per qualcosa, spesso per i film. Durante 'La vita è bella' l’altro giorno. E’ il mio film preferito di sempre, piango sempre quando lo vedo."

MM: Credi ai fantasmi e passeresti una notte in una casa che si crede essere infestata dai fantasmi?
CM: "Non credo ai fantasmi, ma non avrei voglia di passare la notte in una casa simile. Mi pietrificavo quando uscivo dal bagno a casa per il modo in cui la luce dalla porta si rifletteva sul muro mi spaventava a morte, perché mi ricordava 'The Lion, The Witch and The Wardrobe'. Non sono riuscito a finire di guardare 'Scream 2'. Non riesco a sopportare quelle cose."

MM: Andresti in un mattatoio ad uccidere una mucca?
CM: "Si. Sarebbe assolutamente ipocrita se non lo facessi. Non sarebbe una cosa bella, ma da carnivoro devi dire di sì. Se togli i paraocchi alla società, ti rendi conto di cosa stai facendo. Se qualcuno lo fa per me, allora dovrei volere andare e farlo per qualcun altro. Ma il pensiero di doverlo fare davvero potrebbe farti non mangiare più carne."

MM: Qual è stato il più grande fallimento della tua vita?
CM: ”Assolutamente le ragazze. L’ultima volta è successo domenica. Sai quando ti piace veramente qualcuna e tiri fuori le tue armi migliori e le tue battute migliori. Ti avverto, la sera prima eravamo appena scesi dall’aereo, quindi soffrivo di jet-lag ed ero veramente pallido. Sarebbe potuta essere la donna della mia vita! Ma se n’è andata pensando che fossi uno scemo. Succede sempre così. Mi lascio sempre con le ragazze!"

MM: Qual è la peggior tortura fisica che riusciresti a sopportare?
CM: "Credo stare negli USA a guardare pubblicità per tutto il giorno. Odio la pubblicità e loro ne hanno veramente di brutte. Poi iniziano i programmi che non sono tanto meglio. E non ti avvisano. Per vedere 'Ghostbusters' ci metti nove settimane. Pubblicità dopo ogni battuta. Faccio sempre questi sogni in cui non riesco ad andare da nessuna parte ed è veramente frustrante. Guardare la TV americana è un po’ la stessa cosa. Per favore fateci vedere cosa succede!"

MM: Se qualcuno che ami venisse brutalmente ucciso e tu conoscessi chi è l’assassino, cercheresti la vendetta personale?
CM: "Cercherei la vendetta facendo in modo che fosse catturato. Non andrei in cerca per ucciderlo perché essere buttato in prigione con l’ergastolo sarebbe la cosa peggiore che può accadere ad una persona. Ma da qualche parte ho letto che negli USA puoi essere messo in prigione per 30 anni per contrabbando, ma puoi essere rilasciato dopo due anni per abuso su un minore. Dov’è la giustiza in questo?"

amsterdam

Ideatore e sviluppatore di Coldplayzone, Gabriele è un webdesigner milanese emigrato in Sicilia nel 2004 (per scelta di vita), il quale sente il desiderio di creare un 'posto' online [ zone ] da condividere con tutti gli appassionati di musica, in particolare quella dei Coldplay. Grande appassionato di musica inglese e di tutto ciò che si possa definire 'British'.