eventiinbus2017

[Coldplay.com] Intervista a Mark Osborne sul fumetto Mylo Xyloto

Ciao Mark. Cosa c'è dietro al fumetto di Mylo Xyloto?
Beh, è stato un percorso lungo e complicato, ma il fumetto è l'ultima espressione di un film d'animazione ispirato alla musica che la band ed io abbiamo iniziato a sviluppare molti anni fa. Avevo appena finito di lavorare a Kung Fu Panda e stavo cercando disperatamente di lavorare a diversi progetti indie.

Ho sempre voluto creare un nuovo tipo di "Yellow Submarine" e quando vidi la trasmissione 60 Minutes su Chris e il loro processo creativo pensai che poteva essere qualcosa che potesse interessare alla band. Così ho 'cold-chiamato' i Coldplay e alla fine con un tempismo perfetto con Chris ho iniziato a collaborare a Los Angeles durante quell'estate. Dopo lo sviluppo del progetto e molte discussioni, era chiaro che per il film ci sarebbe voluto molto più tempo che per l'album, così la band decise di far uscire prima l'album. La creazione di una serie di libri di fumetti diventò la strada migliore per raccontare la storia ed esprimere la parte visuale dell'equazione. Onestamente, sono felice di parlare finalmente di tutto questo, è stato molto difficile mantenere il segreto per tutto questo tempo!

Quanto hai lavorato con la band?
L'intera band è stata partecipe delle decisioni durante la lavorazione, soprattutto nella fase in cui stavo sviluppando l'aspetto visivo dell'universo e la "bibbia" del progetto. La vera collaborazione sulla storia fu tra me e Chris, con lui al pianoforte a volte (fo****tamente fantastico) ed entrambi per la scrittura e la creazioni delle idee. Poi, dopo i primi mesi, Phil si unì a noi e il progetto è diventato qualcosa sviluppato da noi tre, decidendo le idee per la storia, i personaggi, la sceneggiatura, la stampa della pagine, etc...Phil poi è diventato lo "story editor" apportando grandi idee ed oggettività al processo. E' stata davvero una grande collaborazione in ogni fase del percorso.

Il fumetto influenza l'album o l'album influenza il fumetto (o entrambe le cose)?
Beh, mi piacerebbe pensare che lo sviluppo della storia abbia influenzato l'album, e l'album sicuramente ha influenzato lo sviluppo del fumetto, ma penso sia un insieme delle due cose. La prima versione demo dell'album che Chris creò per ispirarmi all'inizio di tutto ha guidato il processo di scrittura delle idee, ma l'album è cambiato notevolmente da quel primo demo, così come la storia. C'erano sempre le parole chiave e frasi di Chris che hanno guidato la scrittura della storia, cose come "glowing in the dark" e "dreaming of paradise" "e quindi queste cose mi sono state di grande ispirazione mentre procedevamo. Inoltre, lo spirito della band e il suo bagaglio musicale nel suo complesso hanno realmente inciso sulle tipo di tematiche ed idee che stavo esplorando, solo in un mezzo diverso. E, naturalmente, elementi come l'Hypnofeed sono stati estratti direttamente dalla mondo dei Coldplay, e uniti con elementi del mio mondo (andate a vedere il mio cortometraggio MORE su iTunes o visitate il sito www.happyproduct.com.)

Ci fu un momento in cui pranzai con tutta la band tutta alla Bakery in cui fu chiaro che il film doveva essere messo da parte per fare spazio alla musica e al fumetto, decidemmo di utilizzare graffiti e artisti di strada mistici come metafora visiva per la creazione della musica, questo fu il momento in cui il tutto è stato spinto nella direzione da cui si sta procedendo ora. L'idea che i ribelli di questo mondo creassero graffiti musicali è stata la grande svolta per il futuro del fumetto, per renderlo non solo una storia sulla musica, ma anche una storia sul potere della creatività e sul potere di avere una voce creativa, che è sempre stato un tema forte per la band. Questo rende molto di più dal punto dui vista visuale e rende la serie del fumetto una realtà.

Potresti gentilmenteasvelarci un breve accenno sulla trama /sullo scenario?
Beh, tutto ciò che dirò è che è la storia di Mylo Xyloto, un Silencer giovane in prima linea in una guerra contro la musica e il colore del mondo di Silencia. Mylo scopre che il nemico che è stato addestrato ad odiare tutta la sua vita potrebbe non essere il nemico dopo tutto.

Parlaci un po' di Mylo Xyloto
Come molti Silncer, è cresciuto in un orfanotrofio e forzato ad essere un Silencer già da molto giovane. Legioni di Silencer furono create al prezzo di molte vite dopo la Grande Guerra dei Colori, compresa quelle dei genitori di Mylo, Aiko e Lela. Quella guerra minacciava la sicurezza dei cittadini e misure rigorose furono messe in atto per assicurare che non sarebbe accaduto di nuovo. All'inizio della nostra storia, Mylo non è così sicuro che tutta la propaganda e le misure severe siano legittime, ma ne tiene comunque conto dato che sono solo sensazioni vaghe che anche il suo amico Rex non può sostenere.

Sei contento del risultato?
Sono molto molto entusiasta. E' stato un processo molto lungo con molti artisti al lavoro per la sua creazione, ma non fino all'arrivo di Alejandro Fuentes che ha iniziato lo sviluppo della grafica dando forma al mondo del fumetto. La nostra ispirazione iniziale per il fumetto era di fare qualcosa come Moebius, e il lavoro di Alex ci ha ricordato così tanto di quel lavoro che lo abbiamo ingaggiato per svilupparlo. Ora guardando al primo numero, credo che abbiamo creato qualcosa di unico, ma anche un omaggio a Metal Hurlant e mi piacerebbe pensare che Mylo è qualcosa che avrebbe potuto essere pubblicato nei primi giorni di quella compilation di sgrande successo. Anche i colori di Steve Hamaker sono molto emozionanti per me. Ha fissato l'atmosfera in un modo così incredibile e ci sono così tanti piccoli dettagli ed effetti messi in ogni pannello. E anche avere Nate Piekos di Blambot al lavoro sul lettering è super eccitante dato che l' Umbrella Academy mi ha davvero ispirato mentre iniziavamo a lavorare al progetto. Per quanto riguarda i numeri dal 2 al 6, siamo entusiasti di collaborare con lo scrittore Dylan Haggerty che sta facendo un lavoro incredibile di espandere l'universo con noi e non vedo l'ora per tutti di vedere i prossimi numeri.

Pensi che la lettura del fumetto darà alla gente una diversa visione del disco?
Spero di sì, ma questo in realtà dipende alla fantasia dei fan. Ci saranno molti, moltissimi collegamenti per loro, di cui molti inseriti senza volerlo. Sono emozionato di vedere come le persone li metteranno in relazione e cosa verrà dopo. Ho sempre concepito la storia come direttamente collegata alla musica, quindi è strano raccontare la storia in una forma silenziosa. Una volta che tutti i sei numeri saranno pubblicati sarà interessante vedere se i fan cercheranno di affiancare tutta la serie con l'album, magari allo stesso modo di "Dark Side of the Moon / Mago di Oz". Non sto dicendo che funzionerà, ma non si sa mai ...

Major Minus ha davvero un occhio ci osserva?
Diciamo che ogni casco di Hypnofeed ha un solo un obiettivo della telecamera per mostrare a chi lo indossa il mondo che lo circonda rappresentato in bianco e nero. Le riprese non sono solo inviate all'interno del casco però...

Elena

Mi definisco "Appassionata per caso" dei Coldplay. Siamo nel 2003, compro AROBTTH in un negozio di CD usati, perchè mi piaceva In My Place. Da quel momento non mi hanno più abbandonato, grandi interpreti di parte della mia vita. Con grande piacere entro a far parte della formidabile squadra di Coldplayzone come traduttrice.

In My Place.