Van Wood vs. Coldplay: le opinioni di Tg2punto.it

Si è conclusa da poco la puntata di Tg2punto.it, la rubrica del Tg2, la quale oggi ha dedicato un ampio spazio alla vicenda del presunto plagio sostenuto a gran voce da Peter Van Wood contro i Coldplay per la canzone Clocks, 'copiata', secondo il musicista e astrologo olandese, dalla sua 'Caviar And Champagne' del 1982.
Lo stesso Van Wood ha sostenuto che 'per me non è un caso di furto, credo nella loro buona fede...però voglio che mi vengano riconosciuti i diritti e la paternità del brano. Sto consultando il mio legale per far pervenire ai Coldplay una citazione formale e una richiesta di risarcimento di un milione di euro.
L'avvocato Giorgio Assumma, presidente della Siae, nonchè massimo esperto italiano in materia di diritto d’autore e di plagio musicale, non ha voluto commentare l'episodio in sè, ma ha ammesso che 'basta anche che una nota o un arrangiamento, all'interno di una stessa melodia di una canzone, sia diverso perchè si possa determinare l'annullamento o la inconsistenza della richiesta di plagio'.
Significativo anche il parere del pubblico: il 60,4% dei votanti del sondaggio ha ammesso che Van Wood è stato plagiato dai Coldplay (dopo la proposizione dei due brani messi a confronto durante la trasmissione), il restante 39,6% ha invece sostenuto che non ci siano estremi di plagio in tale occasione.
I due brani hanno comunque natura diversa: 'Clocks' si snoda sulle note di pianoforte, 'Caviar And Champagne' è una ballata acustica. Le assonanze, anche se a ritmi e velocità diverse, paiono esserci, ma non si è in grado di dare con certezza ammissioni pro o contro.
I Coldplay non hanno ancora comunicato nulla di ufficiale: aspettiamo la loro replica, così come attendiamo ulteriori notizie in merito.

 

The cookies of this script are not enabled.
You should accept the cookies policy by clicking the button in the cookies notification bar to enable this script and its cookies.