eventiinbus2017

Un dvd stellare! Perchè non pubblicarlo?

Da ieri è cominciato a circolare in rete (e anche nel nostro forum) quello che doveva essere il Coldplay Live 2006 Dvd, cioè il preannunciato cofanetto video la cui pubblicazione, data per certa qualche tempo fa, non ha mai visto la luce. La domanda - che tutti coloro i quali hanno preso visione delle meravigliose immagini e riprese di questo 'optional dvd' si chiedono - permea attorno alla questione della sua pubblicazione: come mai un dvd di tale portata (di livello sicuramente superiore a quello del Live 2003, anche se privo di un 'Tour Diary') è passato dal dover essere pubblicato e venduto nei negozi ad essere poi solo trasmesso via tv? Per quale motivo si è scelta questa linea d'azione?
Purtroppo, non crediamo sarà mai data una risposta al quesito, ma non riteniamo di certo che una performance di altissimo livello da parte della band, con una voce di Chris Martin finalmente ritrovata dopo grigiori, un pubblico stratosferico e delle riprese suggestive ed emozionali possano essere gettate nel dimenticatoio così facilmente. Non riteniamo di certo che una politica portata avanti da una casa discografica come la EMI (la quale non ha mai fornito motivazioni sufficienti o plausibili a questa 'grave mancanza') possa giovare all'operato del gruppo.
Crediamo fermamente, invece, che questo dvd sia lo spaccato fedele di quanto la musica dei Coldplay sia cresciuta fino ad estendersi come un filo sottile che collega tutti i fans del mondo, e che nonostante tutto, sia un regalo meritato per tutti coloro che credono fermamente in Chris Martin, Jon Buckland, Will Champion e Guy Berryman.
Le incredibili emozioni di Square One, l'immensa Politik suonata al piano con una mano sola, i palloncini gialli di Yellow, i colori e le luci di Speed Of Sound, la grande 'riffata' di Jonny durante God Put A Smile Upon Your Face, il suggestivo piano di What If, la mitica How You See The World No.2, l'eterna Don't Panic, White Shadows e la sua carica, l'immenso coro di The Scientist, la chitarra rotta e sostituita in 'Til Kingdom Come, la struggente Ring Of Fire, cover di Johnny Cash, l'improvvisatissima Trouble, Clocks e il suo conto alla rovescia, l'incredulità del pubblico su Talk, la toccante quanto stupenda Swallowed In The Sea, la corsa sfrenata di Chris durante In My Place e la lampadina scossa mentre 20000 persone cantano Fix You sono forse ricordi, emozioni, sentimenti e stati d'animo da non rivivere, tali da non essere messi in cassaforte nel cuore di ognuno di noi e di ciascuno dei fans dei Coldplay? Sono per caso privilegi che possono avere solo coloro i quali dispongono di una tv satellitare e un registratore digitale per poterli far riaffiorare quando servono? O sono piuttosto 'eventi tangibili' di una passione che dovrebbe essere manifestata liberamente, senza opposizioni nè speculazioni economiche, all'ennesima potenza?
A voi le conclusioni...
amsterdam

Ideatore e sviluppatore di Coldplayzone, Gabriele è un webdesigner milanese emigrato in Sicilia nel 2004 (per scelta di vita), il quale sente il desiderio di creare un 'posto' online [ zone ] da condividere con tutti gli appassionati di musica, in particolare quella dei Coldplay. Grande appassionato di musica inglese e di tutto ciò che si possa definire 'British'.