eventiinbus2017

Udine in fermento per l'arrivo dei Coldplay

I Coldplay stanno per arrivare ad Udine. E tutta la città è in fermento. Basti pensare che sono oltre cento i giornalisti che hanno chiesto di poter assistere al concerto in programma lunedì sera allo Stadio Friuli, con richieste che arrivano da tutta Europa. Più di quelle arrivate per Springsteen e quasi il doppio rispetto al numero di quotidiani e settimanali che avevano seguito dal vivo l’esibizione di Madonnna.
Quello della band britannica sarà quindi l’evento mediatico dell’anno. E quasi sicuramente gli spazi della tribuna stampa non saranno sufficienti a soddisfare tutte le richieste. Tanto che gli organizzatori di Azalea Promotion stanno pensando di allestire un’altra area dedicata ai giornalisti. E in tribuna ci sarà un collegamento internet wireless.

Assieme ai Coldplay, arriveranno nella città friulana oltre 40.000 fans provenienti da tutta Europa (e qualcuno anche da più in là). Trovare un posto letto in città nel giorno del concerto è praticamente impossibile. 'Abbiamo dovuto dire di no a tantissime persone' – racconta Edoardo Marini, il referente della Federalberghi – 'molte più di quelle che non eravano riusciti a ospitare in occasione dei concerti di Madonna e Springsteen dove comunque avevamo fatto registrare il tutto esaurito'. Dello stesso avviso anche il Presidente degli Albergatori della Confcommercio, Fulvio Santi che assicura: 'La notte del 31 agosto è tutto esaurito non solo in città dove ci sono 2.500 posti letto ma anche nell’area compresa nel raggio di 30 km dove ci sono almeno altre 2.500 prenotazioni'.

E l'importanza mediatica dell'evento si riscontra anche nei preparativi per allestire i piani di sicurezza e l'ordine pubblico. La prevista ordinanza anti-bagarini sarà sostituita dal potenziamento dei controlli fin dalla mattinata: 'Contro il bagarinaggio non serve un’ordinanza, faremo valere la normativa già in vigore', spiega il Vicequestore: 'Organizzeremo servizi specifici già dalla mattinata e, assieme alle altre forze di polizia, procederemo contestando le violazioni come previsto dalla legge regionale sul commercio ambulante'. I controlli saranno intensificati anche nei confronti degli ambulanti per evitare che le loro bancarelle occupino vie interessate dall’esodo.

Altra questione annosa sarà l'utilizzo dei mezzi di trasporto: il traffico sarà deviato per evitare code all'uscita del casello di Udine Sud. Le Forze dell’Ordine hanno deciso di dividere l’ondata delle auto in uscita dallo stadio, dopo il concerto, in due tempi. Gli automobilisti che utilizzeranno il parcheggio a nord dello stadio saranno invitati ad entrare in autostrada dall’ingresso di Udine Nord, mentre gli utilizzatori del parcheggio opposto raggiungeranno il casello di Udine Sud. Gli automobilisti che dalla tangenziale cercheranno di immettersi in viale Monsignor Nogara saranno invitati a proseguire e a scegliere un’altra uscita. Il test sarà effettuato dalla questura, in collaborazione con la polizia stradale e municipale, ma anche con i comuni di Pasian di Prato e Martignacco, per ripeterlo in occasione delle partite di calcio più seguite dai tifosi.

La stazione ferroviaria, invece, garantirà i servizi diurni per tutta la notte. Le molte persone che arriveranno a Udine in treno a fine concerto saranno costrette a sostare ore in stazione visto che il primo convoglio per Venezia partirà alle 4. Per andare incontro alle loro esigenze 'Trenitalia si è fatta carico di far funzionare la stazione come se si trattasse di un orario diurno'. Qui saranno potenziati anche i controlli della Polizia Ferroviaria.

E intanto la Polizia chiederà rinforzi. Se per i concerti di Madonna e Bruce Springsteen è stato impiegato un centinaio di agenti, per i Coldplay la Questura chiederà rinforzi al Ministero.

Un grande evento, ormai andato in sold-out (TicketOne ha chiuso le vendite online, mentre Coldplay.com annovera lo spettacolo fra quelli per i quali è già stato raggiunto il tutto esaurito) e che regalerà ai sostenitori della band una serata indimenticabile!
amsterdam

Ideatore e sviluppatore di Coldplayzone, Gabriele è un webdesigner milanese emigrato in Sicilia nel 2004 (per scelta di vita), il quale sente il desiderio di creare un 'posto' online [ zone ] da condividere con tutti gli appassionati di musica, in particolare quella dei Coldplay. Grande appassionato di musica inglese e di tutto ciò che si possa definire 'British'.