Oxfam: 15 anni insieme ai Coldplay

  • Scritto da 
  • Pubblicato in News

La collaborazione tra l'organizzazione Oxfam e i Coldplay raggiunge quest'anno i 15 anni, con le date del 2017 dell'A Head Full Of Dreams. Ecco qui sotto il comunicato stampa pubblicato oggi sul sito ufficiale Oxfam.org.uk.

La leg del 2017 dell’A Head Full of Dreams tour dei Coldplay, che arriva a Cardiff Martedì 11 luglio, segna i 15 anni di collaborazione della band con Oxfam. Negli anni, più di 60.000 fan della band hanno firmato per sostenere le campagne di Oxfam per sensibilizzare sulle pratiche commerciali scorrette e l’emergenza dei rifugiati.

I Coldplay sono stati tra i supporter musicali più prestigiosi di Oxfam, che hanno sfruttato il loro successo mondiale per aiutare Oxfam in tutti i loro tour in più di 50 paesi.

Il frontman Chris Martin ha partecipato ad un viaggio con Oxfam nel 2002 ad Haiti. Da allora ha visitato produttori di caffè e visionato progetti in India. Chris Martin ha detto: "Come band, siamo davvero orgogliosi di avere avuto Oxfam al nostro fianco durante questi ultimi 15 anni. È stata data l’opportunità ai nostri fantastici fan di mostrare il loro sostegno per le campagne, da Make Trade Fair a quelle a favore dei rifugiati.

Oxfam si è unita ai Coldplay per il tour di A Rush of Blood to the Head nel 2003, successivamente per il Twisted Logic Tour del 2005, il colossale Viva La Vida World Tour nel 2008-2009 e ancora per il Mylo Xyloto Tour nel 2012. Durante questo periodo centinaia di volontari sono stati reclutati per parlare ai fan nei concerti.

Nel 2016 gli attivisti di Oxfam hanno lanciato la campagna Stand as One, per sensibilizzare sulla necessità di aiutare e proteggere le persone costrette a fuggire da guerre e catasfrofi. Fino ad ora, 32.000 persone che hanno assistito ad un concerto dei Coldplay hanno firmato la campagna.

Rachel Edwards, coordinatrice di Oxfam in tour, ha detto: "Essere in tour è molto importante per creare un movimento di fan dei Cpldplay dalle Filippine al Regno Unito, che sostengono i rifugiati e chiedono ai leader del pianeta di fare di più. Più di 65 milioni di persone sono state costrette a lasciare la propria casa non per loro colpa, ed è fantastico vedere come la gente che incontriamo in tour voglia sostenere la nostra campagna per un cambiamento."

The cookies of this script are not enabled.
You should accept the cookies policy by clicking the button in the cookies notification bar to enable this script and its cookies.