eventiinbus2017

Fai un salto nella Bakery, lo studio di registrazione dei Coldplay

E' un po' il paradiso di ogni fan dei Coldplay, il luogo che possiamo solo immaginare: "The Bakery", il famoso studio di registrazione e quartier generale dei Coldplay a Londra.

Qui dal 2008 Chris, Guy, Will e Jonny si riuniscono - non sempre - in gran segreto, nonostante dall'esterno l'edificio e il suo ingresso passino piuttosto inosservati.

Ebbene il portale web della famosa rivista musicale NME offre l'opportunità di entrare dal vivo nella Bakery, anche se solo attraverso un video, in cui Jonny e Will accolgono i fan raccontando come è nata e cosa rappresenta per loro quel luogo.

“In pratica si tratta della versione ingrandita della camera di Jonny a Camden Road", spiega Will, riferendosi al primo posto di ritrovo per la band, molti anni fa. E in effetti la struttura non si discosta molto da questa idea: entrando si trova una sala con due pianoforte e alcuni titoli di canzoni scritti sul muro, prima di ritrovarsi in un'altra stanza più piccola dove sono custodite chitarre, tastiere vintage, computer, plettri personalizzati della band e tante lucine.

La struttura è il vero e proprio headquarter dei Coldplay, un po' studio di registrazione un po' spazio ricreativo. Se siete curiosi non dovete fare altro che vedere il video qui.

Benedetta

Anima vagante, in senso fisico e metaforico, nella vita mi innamoro di molte cose ogni giorno e non faccio niente se non mi appassiona. Nel 2002 la voce di un ragazzo con gli occhi blu in un video musicale su MTV mi fa pensare che forse, fino a quel momento, non avevo mai ascoltato musica in vita mia. Era Chris Martin che cantava "In My Place", erano i Coldplay. Tutto è iniziato così e dopo sono venute canzoni che ti rimescolano l’anima, concerti che sono diventati pezzi di cuore, dischi che conservo come reliquie, frasi scritte da portare sempre con sé. E adesso Coldplayzone, per me il coronamento di una passione che va avanti da anni e che mi piace condividere con chiunque voglia. A proposito: “Oh, what good is it to live with nothing left to give, forget but not forgive, not loving all you see” di “Swallowed in the sea” è una di quelle, una delle frasi che porto sempre con me.