eventiinbus2017

Un nuovo behind the scene dei Coldplay in preparazione del Super Bowl

Preparare l'Halftime show del Super Bowl non deve essere un'impresa facile, neanche per i Coldplay. Un nuovo video del dietro le quinte di questa lunga preparazione lo mostra.

Il primo video che mostrava alcuni attimi dei sei mesi di lavoro della band per l'Halftime show della cinquantesima edizione del Super Bowl  - che si terrà il 7 febbraio - era stato rilasciato qualche giorno fa dal canale YouTube ufficiale di Pepsi, sponsor da ormai diversi anni dei 10 minuti più importanti dell'anno dal punto di vista pubblicitario in America.

L'Halftime show smuove una macchina organizzativa impressionante per un'esibizione dalla durata così breve, eppure è un momento importantissimo per la carriera di un'artista. Di questo e di molto altro abbiamo parlato con Davide Rossi nella nostra intervista esclusiva.

Adesso arriva un secondo video che mostra ancora il behind the scene dei Coldplay a poco più di un mese dalla performance.

Nel video si può vedere la band, insieme a Phil Harvey e agli altri componenti del team operativo, pianificare lo show sullo speciale palco pensato per l'occasione. "Penso che l'Halftime show della cinquantesima edizione del Super Bowl sarà più strabiliante di quanto le persone possano immaginarsi.. le persone saranno coinvolte nello show in maniera hi-tech e emozionante", commenta Bruce Rodgers, Production Designer.

Si parla poi del fattore meteo: domenica 7 febbraio, data prevista per lo show, è prevista pioggia al 50% sopra il Levi's Stadium di San Francisco.

Sulla performance in sé si esprime il leader della band: "Idealmente dovremmo onorare il passato, celebrare il presente e guardare al futuro", spiega Chris. "Non so come riusciremo a farlo ma faremo del nostro meglio".

Come sappiamo, sul palco è attesa Beyonce, ma è quasi certo anche il nome di Bruno Mars.

Insomma, non ci resta che aspettare!

Benedetta

Anima vagante, in senso fisico e metaforico, nella vita mi innamoro di molte cose ogni giorno e non faccio niente se non mi appassiona. Nel 2002 la voce di un ragazzo con gli occhi blu in un video musicale su MTV mi fa pensare che forse, fino a quel momento, non avevo mai ascoltato musica in vita mia. Era Chris Martin che cantava "In My Place", erano i Coldplay. Tutto è iniziato così e dopo sono venute canzoni che ti rimescolano l’anima, concerti che sono diventati pezzi di cuore, dischi che conservo come reliquie, frasi scritte da portare sempre con sé. E adesso Coldplayzone, per me il coronamento di una passione che va avanti da anni e che mi piace condividere con chiunque voglia. A proposito: “Oh, what good is it to live with nothing left to give, forget but not forgive, not loving all you see” di “Swallowed in the sea” è una di quelle, una delle frasi che porto sempre con me.