eventiinbus2017

Brit Awards 2016: la performance dei Coldplay e la vittoria come Best British Group

Solo una settimana fa la band aveva trionfato agli NME Awards e ieri, giovedì 24 febbraio, eccoli di nuovo sul palco. Questa volta l'occasione è quella dei Brit Awards, dove la band ha trionfato come Best British Group.

Dopo il medley presentato a quelli che sono considerati i "Brit alternativi", ovvero gli NME, che si sono tenuti alla O2 Academy nel quartiere di Brixton a Londra, per aprire lo show "più ufficiale" della musica inglese alla 02 Arena di Londra i Coldplay hanno scelto Hymn for The Weekend, il terzo singolo estratto da A Head Full of Dreams che vede il feat. con Beyoncé.

Una performance coloratissima, come si addice allo stile che accompagna il nuovo album, e che ha visto eccezionalmente Will fare la parte che nella canzone spetta appunto a Beyoncé, al fianco di Chris.

E' possibile rivedere la performance integrale direttamente dal canale YouTube ufficiale della band.

Ma da ricordare di questi Brit Awards non resterà solo la performance di apertura, quanto la vittoria della band come "Best British Group".

Si tratta per i Coldplay della quarta vittoria in questa categoria, che è valsa loro il superamento del record che detenevano insieme agli Arctic Monkeys. Nulla da fare invece per l'altro premio, "Best Album", con cui concorrevano con A Head Full of Dreams.

Per "Best British Band" i Coldplay competevano con gli Years & Years, i Foals, i Blur e gli One Direction. A consegnare il premio è stato l'amico di una vita di Chris e degli altri della band: l'attore Simon Pegg. E' possibile rivedere il video della premiazione qui.

Chris, come nel suo stile, ha fatto un breve ma intenso discorso di ringraziamento, ricordando la bravura di tutte le altre band in gara e scambiando ironicamente, anche se solo per un momento, i nomi dei quattro componenti della band con quelli degli One Direction. Poi ha dedicato il premio a tutti gli uomini e le donne costretti nei campi profughi.

La band ha ricevuto, nella storia dei Brit, 53 nomination in totale, con la loro prima nomination ben 15 anni fa.

 

Benedetta

Anima vagante, in senso fisico e metaforico, nella vita mi innamoro di molte cose ogni giorno e non faccio niente se non mi appassiona. Nel 2002 la voce di un ragazzo con gli occhi blu in un video musicale su MTV mi fa pensare che forse, fino a quel momento, non avevo mai ascoltato musica in vita mia. Era Chris Martin che cantava "In My Place", erano i Coldplay. Tutto è iniziato così e dopo sono venute canzoni che ti rimescolano l’anima, concerti che sono diventati pezzi di cuore, dischi che conservo come reliquie, frasi scritte da portare sempre con sé. E adesso Coldplayzone, per me il coronamento di una passione che va avanti da anni e che mi piace condividere con chiunque voglia. A proposito: “Oh, what good is it to live with nothing left to give, forget but not forgive, not loving all you see” di “Swallowed in the sea” è una di quelle, una delle frasi che porto sempre con me.