eventiinbus2017

I Coldplay nel cast del Red Nose Day americano: uno sketch per beneficenza

I Coldplay saranno nel cast del primo Red Nose Day americano, l'istituzione britannica che dal 1988 raccoglie fondi per beneficenza sotto la direzione dell'associazione Comic Relief.

Il Red Nose Day è ormai conosciuto, in Gran Bretagna, come la serata all'insegna del charity e della comicità che si tiene ogni due anni sulla tv nazionale inglese, la BBC.  Un entertainment che coinvolge personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della musica per far divertire il pubblico ma soprattutto per ricordare che donare è importante. L'associazione organizzatrice, la Comic Relief, devolve ogni anno i fondi raccolti per aiutare le persone che vivono in condizioni di difficoltà in UK e Africa.

I Coldplay saranno tra i performer della prima edizione statunitense. La band apparirà in uno sketch comico che i quattro hanno contribuito a scrivere insieme al sito web di video commedia "Funny or Die", e che sarà parte dello show di tre ore che andrà in onda giovedì 21 maggio dalle 20 alle 23 sulla NBC.

L'evento aiuterà a raccogliere per 12 organizzazioni di charity che lavorano per combattere la povertà negli Stati uniti d'America, in Africa, Asia e in America Latina.

Tra i performer già annunciati per l'evento, oltre ai Coldplay, ci sono anche nomi come John Legend, P Diddy, Adam Levine, Christina Aguilera, Pharrell Williams e... Gwyneth Paltrow.

Il coinvolgimento dei Coldplay nello show è legato al ruolo di Chris come curatore del Global Citizens Festival da ben 15 anni, evento co prodotto proprio da uno dei fondatori dell'associazione Comic Relief, Richard Curtis, che produrrà anche il Red Nose Day per la NBC con la Universal Television Production.

Benedetta

Anima vagante, in senso fisico e metaforico, nella vita mi innamoro di molte cose ogni giorno e non faccio niente se non mi appassiona. Nel 2002 la voce di un ragazzo con gli occhi blu in un video musicale su MTV mi fa pensare che forse, fino a quel momento, non avevo mai ascoltato musica in vita mia. Era Chris Martin che cantava "In My Place", erano i Coldplay. Tutto è iniziato così e dopo sono venute canzoni che ti rimescolano l’anima, concerti che sono diventati pezzi di cuore, dischi che conservo come reliquie, frasi scritte da portare sempre con sé. E adesso Coldplayzone, per me il coronamento di una passione che va avanti da anni e che mi piace condividere con chiunque voglia. A proposito: “Oh, what good is it to live with nothing left to give, forget but not forgive, not loving all you see” di “Swallowed in the sea” è una di quelle, una delle frasi che porto sempre con me.