Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #77

#42 ci aggiorna da Hong Kong e Abu Dhabi

blog77_01

Abbastanza spesso, quando si arriva a questo punto in un tour, i soundcheck diventano inutili. Credo che sia la riapparizione dei "soundcheck party" che ci ha costretti a continuare a farli. Piuttosto che rifare alcuni pezzi già pronti, i ragazzi hanno provato alcune nuove (vecchie) cose da spargere qua e là durante il resto dell'anno.

Ad Hong Kong, hanno provato Rush Of Blood. Ecco, questa è una canzone che non avevo sentito da un po' di tempo. Mi ricordo l'assolo di JB durante questa canzone, era un pezzo forte ogni sera per me durante i concerti passati. Lo vedo che si lascia portare dolcemente dall'aria estiva durante i concerti all'aperto più avanti nell'anno. Hanno provato di recente anche Swallowed In The Sea, Warning Sign e molte altre - e anche alcune nuove canzoni su cui hanno lavorato un po'.

blog77_02

L'ultima volta che siamo stati ad Hong Kong, era insopportabilmente umido, ma stavolta sta semplicemente diluviando. Come se non bastasse, l'area del backstage è molto piccola. Quasi tutte le casse della strumentazione che si trovano fuori dall'ufficio della produzione sono state requisite come ufficio temporaneo. E' una specie di incrocio tra una merenda a scuola mentre fuori piove e un internet cafe. Non passerà molto tempo che qualcuno tiri fuori un gessetto e inizi a scrivere parolacce sulla lavagna...

Alle 8 di sera siamo tutti riuniti nella sala del catering. Sembra che abbiamo schiacciato l'acceleratore...

blog77_03

Dovrei farvi notare che il braccio che tiene il bicchiere nella parte in basso a sinistra della foto appartiene a Ben Miles, l'uomo che fa funzionare la magia video che porta in vita le palle ogni sera (ok, questa frase potrebbe avere un doppio significato....). Lui e Andy Bramley (l'uomo che governa le videocamere per mettere su un concerto meraviglioso ogni sera - anche lui con il bicchiere alzato, vicino al gomito di Chris) sono i responsabili della "Coldwave" creata con i cellulari dal pubblico, diventata un pezzo forte dei concerti.

blog77_04

Ovviamente, il buonsenso di brindare a champagne un concerto non ancora fatto va contro qualsiasi superstizione dei roadie. Grazie al cielo, comunque, la serata va benissimo e il pubblico è molto rumoroso. Così come a Singapore l'altra sera, cantano il ritornello di Viva con grandissimo entusiasmo. Trattandosi di pura melodia, completamente slegata dalla lingua - non ci si può meravigliare che sia stata abbracciata e celebrata in tutto il mondo...

Ci dirigiamo a Dubai dopo nove ore di volo. Dopo un paio di ore in un pullmino, arriviamo a quello che può facilmente essere definito l'hotel più fuori dal mondo in cui siamo mai stati. L'Emirates Palace. Vorrei sottolineare che i primi giorni in cui sono andato in tour li ho passati negli hotel della Travelodge, con tre persone in una stanza (e il chitarrista guidava il pullmino...). Come sono cambiate le cose...

blog77_05

Abbiamo un giorno di libertà prima del concerto qui. All'inizio credo che serva per riprenderci dal viaggio e aggiustare il nostro orologio biolgico al nuovo fuso orario. Sembrerebbe invece che sia semplicemente per darci il tempo necessario a raggiungere il tavolo della colazione dalle nostre stanze. Nella busta che ci hanno dato assieme alla chiave c'è una mappa dell'hotel, che non è un trucco ma una necessità. Questo posto è completamente fuori dal mondo. Ci sono corridoi di marmo lunghissimi, fontane, dettagli con foglie d'oro e candelabri della stessa grandezza di piccoli villaggi.

Potrà sembrare un po' scortese da parte mia, ma posti come questo non hanno mai funzionato con me. Il roadie da pullimno-sporco che c'è in me viene sempre in superficie e ghigna. Questo benessere così esplicito mi disgusta e mi fa sentire fuori posto. Non riesco a capire se questo sia il posto più incredibile in cui sia mai stato, o solo un grande Hard-Rock-Cafe arabo.

Come sempre, si tratta comunque solo di pensare al concerto. Fra nove ore sapremo. Sarebbe bello se si dimostrasse che sono solo un vecchio scontroso e concludessimo questa parte del tour con un concerto sorprendente. Vedremo.

blog77_06

blog77_07

Nel frattempo, al ritrovo nella lobby mancano due ore. Dato che la lobby è grande quanto un campo da calcio (completo di galleria d'arte, mostra fotografica, bar e ristoranti infiniti e il suo centro commerciale...) farei meglio ad avviarmi adesso...

R#42