Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #57

#42 e la zuppa di zucca

Marguerite arriva al suo posto al tavolo per cena ad Anaheim e sembra come se sia appena stata assalita. La spiegazione è abbastanza semplice - siamo a Los Anegeles e di conseguenza ha appena presentato una lista degli ospiti che supera i presenti al primo vero concerto della band per tre a uno. I concerti a Londra, New York e Los Angeles tendono ad essere sempre così. Non sono solo concerti, sono mini eventi del music business. Stasera però c'è un aftershow e va tutto inusualmente bene. Forse sono solo un vecchio scorbutico, ma gli aftershow tendono ad eccitarmi minimamente. Di solito sono pieni di gente che non ho mai visto prima in vita mia - è come se ci si intrufolasse al ricevimento di nozze di uno sconosciuto. Invece stasera è molto bello. La musica è rilassata, il sushi è fantastico e la compagnia è assolutamente piacevole.

Stiamo a Phoenix per meno di sei ore. Arrivo con scatoloni, borse e altri vari stupidi oggetti che ho ammassato durante questa leg del tour. Devo pigiare il tutto in una qualsiasi valigia, ma mi rendo conto che ho competizione. Tutti hanno comprato regali di Natale, permettendosi qualche lusso e accumulando roba come me. Tutte le valigie sono completamente piene che quasi scoppiano. Attorno all'arena le persone si siedono sopra alle valigie cercando di chiuderle. Riesco a farci entrare tutte le mie cose e prego che l'aereo riesca a decollare e possiamo rivedere il tutto a Sheffield.

E' l'ultimo concerto negli USA per un po', così i ragazzi salutano la nazione intera con l'ultima esplosione attraverso la setlist. Alla prossima - arrivederci ragazzi!

blog57_01

Sembra alquanto adatto alla situazione il fatto che stiamo festeggiando la fine del nostro lavoro qui negli Stati Uniti (almeno per ora), con un pranzo che festeggia una festa che noi, da britannici, assolutamente non capiamo. Siamo tutti seduti in hotel fino al nostro volo della sera, così Franksy ha organizzato una Festa per il Ringraziamento.

A metà del pranzo ci rendiamo conto che nessuno al tavolo è americano. Tuttavia il Ringraziamento festeggia il fatto che il duro lavoro è finito e il raccolto è andato bene. I concerti e l'esperienza del tour sono andati benissimo stavolta. Sembra veramente che siamo arrivati ad un punto in cui possiamo prendere le scorte, buttarci sul divano e grattarci la pancia. Ci sentiremmo veramente così se il tour in UK non iniziasse appena arriviamo a casa. Nel frattempo, la zuppa di zucca è perfetta.

blog57_02

Roadie #42