Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #42

Nel quale Roadie #42 è troppo modesto per celebrare il Blog #42

Uno alla volta, la band balza sul palco per il soundcheck ad Ottawa. Non ho usato la parola balzare perchè è facile da scrivere. Dieci giorni di riposo hanno ricaricato, rinvigorito e rimodellato positivamente tutti. Jonny, in particolare, salta sul palco come un pugile che entra nel ring per reclamare il suo titolo. Sta sorridendo radiosamente e come gli altri ha saluti e abbracci per la crew che siede sulle ale aspettando il loro arrivo. Siamo passati attravero il caos della "nascita" del tour, le accurate modifiche e adattamenti. Abbiamo avuto una meravigliosa, seppure leggermente faticosa, leg Europea. Adesso infine si ha l'impressione che tutto si sia stabilizzato.

I problemi che all'inizio sembravano insormontabili, se non completamente risolti sono almeno stati domati. Persone che all'inizio erano estranei già si sentono come vecchi amici. Ovviamente le persone strane sono quelle che caratterizzano una buona crew. Eccovi un simpatico personaggio che si chiama Maynard, colui che si occupa di far funzionare gli schermi, i teloni e il fondale giorno dopo giorno. Non è per niente strano, è adorabile. Ma oggi deve essere una brutta giornata per i suoi capelli dopo che ha litigato con dei teloni alti cinquanta piedi.

blog42_01

Mi ricordo di essermi accorto tardi durante il tour per X&Y che per quasi un anno avevo trascorso più tempo al margine del palco dei Coldplay rispetto a quello che avevo passato sul divano nel mio salotto. Ora non fraintendetemi, non c'è una persona qui che scambierebbe tutto questo con l'opportunità di essere a casa dalla propria famiglia e dai propri cari. Quello che voglio dire è che tutto sta cominciando a sembrare abbastanza confortevole da iniziare a godersi veramente la situazione.

I primi due concerti lo dimostrano, con i ragazzi che ci si buttano a gran velocità. Li ho già visti sicuri di sè in passato, li ho visti in sere in cui erano veramente "eccitati". Mi chiedo se quello che sto vedendo qui può essere meglio descritto come una band che sa cosa fare con i mezzi a sua disposizione? Conoscendo bene loro e il loro rifiuto di riposarsi sugli allori, mi aspetto che si spingano ben oltre. Comunque sia adesso i concerti sono consistenti ed eccezionali sera dopo sera.

Considerando che i concerti che si protrarranno più o meno fino a Natale, direi che è un bel posto quello in cui mi trovo!

blog42_02

blog42_03

blog42_04

blog42_05