Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #26

#42 ci scrive qualche parola dall'autostrada

Beh, siamo a metà strada per Berlino mentre scrivo, con uno concerto ad Amburgo che sta svanendo nello specchietto retrovisore. Dal punto di vista della temperatura siamo passati da un estremo all'altro. Il palazetto a Parigi sembrava non avere assolutamente l'impianto di condizionamento, rendendo il concerto al pari di una sauna. Ad Amburgo c'era ghiaccio sotto alle tavole che ricoprivano il pavimento. Questa cosa ha causato confusione anche a Chris all'inizio di Death and All His Friends. Ha iniziato due volte, cercando di ricordare se inziasse con "Oh, summer" o "Oh, winter". Il pubblico l'ha guidato presto sulla retta via, comunque.

Deve essere un segno che le cose stanno cominciando a sistemarsi quando durante il concerto si trova il tempo di notare quello che fa il pubblico. Sono portato a credere che a Parigi, durante Cemeteries of London, c'erano alcuni Parigini pazzi vestiti con lenzuola seduti sulle spalle dei loro amici. In pratica Cemeteries ha bisogno di fantasmi spettrali stile Halloween. Eccellentemente stupido - e lo applaudo. A Colonia ci sono stati per la prima volta in questo tour i fuochi a stellina durante Fix You. Forse ce n'erano già stati, ma da dove sono io, riesco a vedere solo una piccola parte del pubblico, quindi potrei benissimo non averli visti. Ma è più che magnifico quando il pubblico dà alla band e alla crew qualcosa da guardare. Vediamo le luci abbaglianti, il fumo e gli specchi del concerto ogni sera. Quando accade qualcosa di totalmente inaspettato diventa l'argomento di conversazione fino al giorno dopo. I glow-stick fatti con i cellulari a Parigi sono arrivati come un'eclisse di luna, dando a tutta la squadra del tour qualcosa da guardare e puntare per far vedere. Sono sicuro che ci aspetta altro. State sicuri, saremo tutti lì a guardare.

Un altro segno che la pazzia dello "spostare le attrezzature" nella setlist sta prendendo una piccola pausa è il fatto che il soundcheck ad Amburgo consiste soprattutto in una serie di cover. Mr. Champion imbraccia il basso e inizia con Girls and Boys dei Blur. Subito Guy è alla batteria, Jonny ci aggiunge il suo e continuano. Il Damon Albarn impersonificato da Chris è ancora più convincente grazie al suo nuovo carino top da ginnastica bianco regalato dai promoter tedeschi. Per non prendere la parte di nessuno nella lotta del Britpop, la prossima canzone è degli Oasis. Chris che farfuglia "All I need are cigarettes and alcohol" è stato sicuramente una delle cose più inusuali in un soundheck finora. Ma c'è molto altro. Fools Gold degli Stone Roses e provano una canzone dei Police per pochi secondi prima di rinunciare, abbastanza ragionevolmente capendo che è troppo difficile. Forse dovremmo cercare di prenotargli dei concerti in piccoli club per cantare cover nei giorni liberi? Però tutti gli strumenti dovrebbero essere preparati, quindi è meglio non dare loro queste idee.

Vi lascio con qualche scatto durante Yellow a Parigi subito prima della fuga...

R42

blog26_01

blog26_02

blog26_03

blog26_04

blog26_05

blog26_06

blog26_07