Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #186

Impostando questa nuova versione della timeline, ho avuto modo di imbattermi in alcune cose che non avevo avuto tempo di finire sul momento.

Ecco un “blog” che si era andato perso e che avevo scritto durante Ghost Stories, ma che non avevo mai editato e caricato.

R42

blog186_01

Povero vecchio Matt Whitecross! Ogni volta che il suo telefono suona e mostra il nome di Chris sullo schermo il suo cuore sobbalza.

Realizza video per la band sin dalla loro prima clip, e sembra che ogni volta il tutto diventi sempre più caotico e più pazzo. Fortuna vuole che lui sia una delle persone più irreprensibilmente ottimiste e creative del pianeta.

Quindi stiamo girando il video last minute di A Sky Full Of Stars in Australia. Il piano sembra andare un po’ oltre rispetto a “richiamiamo un po’ di gente in strada, quindi camminiamo sul marciapiede vestiti da one-man-band – possiamo girare tutto in piano sequenza, tu cammini davanti a noi andando all’indietro”.

Le cose sono state organizzate in qualche modo con un dipartimento che ha messo a disposizione oggetti di scena e un piccola squadra, ma questo è in gran parte quello che sta accadendo.

Le persone sono state chiamate a raccolta ieri con il Bat-segnale dei tempi moderni: Twitter. Le strade sono state chiuse dalle 7.30 e la polizia sta cercando di tenere la folla in ordine e al tempo stesso far scorrere il traffico. Siamo dentro a un pub che funge da base per le operazioni e c’è un problema.

Insieme al grande interesse del pubblico è arrivata anche l’attenzione dei media, che in Australia è risaputo essere stato un problema in passato. Alle porte del pub lo sciame di lenti là fuori sembra come gli occhi dei “non morti” in un movimento di zombie. Per chi è qui dentro non è certo piacevole. Il problema è far scattare loro delle foto. Nessuno obietta su questo. Il problema è che quelli là fuori sono i più – quali parole usare? I più “dediti al lavoro” di qualsiasi altra persona al mondo. Non si fermeranno finché non avranno ottenuto il loro scatto migliore.

blog186_02

Il capo della polizia locale ci dice che chiederà loro gentilmente di starsene dall’altra parte della strada, in modo che non scattino foto e che non svelino prematuramente il video, ma in realtà non c’è nessuna legge che li obblighi. Quindi realisticamente, non appena vedranno Chris, gli si getteranno addosso.

C’è un’altra cosa che ci preoccupa possibilmente di più. Le foto delle persone famose fanno fare soldi. Le foto delle persone famose che si scatenano di fronte ai fotografi fanno fare ancora più soldi. Se sei il tipo con lui la celebrità in questione ha perso la bussola, lo scatto migliore lo si otterrà nel momento in cui si sta lanciando contro di voi. Questo darà modo di ottenere una foto che vale ancora di più di una normale, e quindi vale la pena di porsi come antagonista e di far sì che questo accada. Ehy, chi lo sa, se punti a infastidire qualcuno abbastanza, magari potrà fare qualcosa di cui tu puoi approfittare.

Lungi da me il voler affermare che qualcuno in questa nobile professione infastidirebbe qualcun altro per farlo arrivare al punto di sbroccare pur di ottenere una foto. Ma, si sa, non è del tutto lontano dalla realtà. Il mood, nel pub, diventa molto da “sotto assedio”. Chris certamente è quello che è più sotto pressione. Non importa quanto ciascuno di noi cerchi di rassicurarlo, lui ha quella faccia da chi pensa che potrebbe non andare tutto bene, ed è sempre lui che potrebbe finire nei guai se le cose si faranno spiacevoli.

Mentre gli animi si fanno neri, dal walkie talkie ci arriva la notizia che c’è stato un tamponamento alla fine della strada, dovuto alla folla e al caos. Tutti cercano di riderci su ma nessuna risata sembra vera.

“Forse questa canzone non dovrebbe avere un video? Forse dovremmo semplicemente lasciar perdere?”. Le persone cercano di rimanere entusiaste e ottimiste, ma l’aria è piena di quel sentimento realistico che ti fa capire che non è stata una grande idea dopotutto.
Anche la roccia, Will Champion, dice la sua: “Dobbiamo negoziare. Se diamo loro ciò che vogliono – ovvero il miglior scatto possibile mentre camminiamo in strada – poi possiamo chiedergli di lasciarci girare il video senza di loro tra i piedi”.

Sembra abbastanza semplice. Tuttavia basta che uno di loro rompa il patto per far sì che tutti lo seguano. Saremmo quindi di nuovo nel caos più completo e con la tensione alle stelle. Ne discutiamo a lungo. Il fatto che il video abbia tutto il potenziale per essere forte ci spinge almeno a voler tentare. Chris (che sul laccio della chitarra ha affisso il badge con la scritta “love” che è divenuto ormai un’istituzione) suggerisce appunto di “soffocare il problema con l’amore”. Per questo fine le inviate soffocanti d’amore Arlene e Mandi, della produzione, vengono mandate nella folla. Non ci dimentichiamo che l’arte della negoziazione rientra tra le skills di queste due. Sono astute e molto femminili, senza aver tuttavia aver mai fatto nulla di male.

blog186_03

Tornano quindi con una promessa di accordo. Non ci resta altro che uscire e vedere cosa succede. Il mood è speranzoso, ma sempre teso. Il costume da “one-man-band” di Will ha una trombetta da clown e lui dà una strombazzata. Funziona come un parafulmine per tutto il nervosismo e genera una risata genuina. Seguita da un’osservazione sul fatto che i costumi assomigliano molto a quelli dei Ghostbusters. Questo porta la band a varcare la soglia e a iniziare a suonare.

Come avevamo previsto è parecchio affollato, ma via via va sempre meglio. C’è sempre uno sciame di camere, ma si tengono a distanza dai cameraman che stanno girando il video (che hanno scelto una videocamera carina e molto compatta che a compararla con le altre c’è da impallidire). E’ immediatamente chiaro che non sarà un disastro, ma anzi sarà un completo successo.

blog186_04

La prima camminata finisce e torniamo nel pub. Un paparazzo particolarmente insistente sta assediando Chris e gli ha piazzato l’obiettivo a pochi centimetri dalla faccia, mentre scatta forsennatamente. In altri tempi sarebbe potuta andare a finire molto molto male. E sarebbe potuta andare male anche oggi. Invece Chris gli sorride e dice “Di cosa hai bisogno amico? Come posso esserti di aiuto?”. Il paparazzo sembra impassibile. Fa un altro scatto o due e Chris prende la sua pin “Love” e gliela porge con una stretta di mano, mentre con l’altra gli dà una pacca sulla spalla. Un problema soffocato con l’amore. Qual è il prossimo?

blog186_05

E’ tempo della vera camminata che condurrà la band nella piccola piazza dove finisce il video. Le vibrazioni sono esaltanti, i media sembrano essersi calmati di nuovo. Così la ragione per cui tutti siamo qui torna ad essere il focus.

I ragazzi camminano e viene intonato il coro finale, che li conduce alla piattaforma nella piccola piazza. Sono in piedi su un cestino con il mio braccio intorno ad un lampione e sto riprendendo la scena.

Chris sta introducendo le canzoni dell’album che è un lavoro sul superare i tempi bui e uscirne più forte e felice. A Sky Full Of Stars è proprio l’inno di questi sentimenti, e il mood con cui abbiamo filmato il video ne è la prova.

Tutto il nero e le preoccupazioni sono stati rimpiazzati con un un’iniezione di euforia e celebrazione. I sorrisi sono genuini, la gioia e le risate sono rimasti inalterati.

blog186_06

Un grande risultato.

R42