Loading…
  • Roadie#42
eventiinbus2017

Roadie #42 - Blog #168

#42 e la gioia di avere un membro della band anche giù dal palco

Mioddio, è già passata una settimana dall'inizio del tour? Siamo sulla pista di decollo in attesa di partire per il concerto numero sei.

blog168 01

Bisogna dire che questa prima settimana è sembrata non dissimile ad un jet che decolla. La corsa precipitosa per realizzare i primi concerti ha lo stesso effetto adrenalinico che si ha quando i motori si riscaldano e il pilota lascia andare i freni.

blog168 02

Siamo anche riusciti a prendere quota in fretta, devo dire - e piacevolmente con la minima turbolenza. E la vista è stata piuttosto bella.

blog168 03

Partiamo dall'inizio comunque, devo dire che il pubblico canadese (e Vancouver in particolare) è stato davvero fantastico. Chris ha iniziato a cantare "the more you give, the more you get" (più dai, più ricevi, ndt.) e ripeterlo più volte durante l'intro a God Put A Smile. E qui è stato davvero il caso. Da persona che vede lo stesso concerto sera dopo sera, riesco a capire quando i ragazzi si stanno divertendo e quando il concerto riesce ad aumentare di intesità come risultato.

Bel lavoro, gente!

Se vogliamo trovare il pilota che ha guidato durante il decollo del tour, dobbiamo puntare in direzione di Phil Harvey. In passato ho già detto molte volte che ha una prospettiva unica degli eventi, perchè riesce a vedere il concerto attraverso gli occhi sia della band sia dei fan.

Una delle frustrazioni per le band in tour è che non saranno mai in grado di vedere il loro concerto per capire davvero come suona e si sente. Per questo, avere un "quinto membro" che non sia sul palco, è un vantaggio che non si può misurare. Sa nei minimi dettagli quello che la band vuole ottenere e può riferire loro in tutta onestà se sono all'altezza delle aspettative.

Questo funziona in entrambe le direzioni. Phil sa anche cosa può conquistare il pubblico - le cose che porteranno a casa con loro come ricordo. A volte loro quattro sarebbero più a loro agio a fare come vogliono loro, o si sentono a disagio nel fare qualcosa di grandioso. Avere un membro del pubblico entusiasta sul palco durante il soundcheck, e che può esercitare una considerevole influenza, significa sfidare la loro zona di comfort.

blog168 04

Abbiamo anche visto il ritorno del C-stage in qusti concerti. La band lascia il grande palco principale prima dell'encore, creando confusione fra le persone apparendo in mezzo a loro, su nella parte più alta. E' uno dei miei scherzi preferiti nel concerto.

blog168 05

Il palco sui cui loro quattro stanno lassù, non è più grande della piccola "piattaforma rialzata" sui cui sta il pianoforte di Chris nel palco principale. Quando vedi che Will ha un mini pianoforte per sè lassù, ti rendi conto che stanno davvero arrampicati su un francobollo.

Sono anche, direi letteralmente, circordati dal pubblico. Non ci sono bei palchi, giochetti, solo una band, che canta una canzone sotto un riflettore - il più vicino possibile a loro che ci si possa trovare.

blog168 06

Qualcosa che ho notato la prima volta che mi sono arrampicato lassù sul C-stage mi ha preso alla sprovvista. Quelli più vicini alla band spesso se ne stanno a fissare i maxischermi nella direzione opposta - spesso con un telefono con macchina fotografica tenuto in alto nella direzione della band. E' una cosa che può suscitare perplessità, inizialmente. Le persone che sono venuti a vedere sono adesso abbastanza vicine da poterle toccare e loro guardando lo schermo a centinaia di metri di distanza.

Capisco il perchè solo quando io stesso guardo i maxischermi. Con la band che se ne sta praticamente sulla fila di posti di fronte a loro, queste persone si trovano adesso perfettamente nell'inquadratura delle videocamere. Non stanno guardano lo schermo per vedere la band che se ne sta alla distanza di un braccio da loro - stanno guardando loro stessi. E' un po' come il pubblico negli spettacoli in tv, quando guardano ai lati verso i monitor. Vedendoli nei maxischermi non ci si fa caso, ma quando ti ritrovi di fianco a loro, sembra una cosa ridicola.

Se poi parliamo dei cellulari, ormai abbiamo passato l'era del "foto o non è successo" e siamo ora in quella del "video su Facebook, ADESSO"...

Beh, il nostro volo da Portland a Seattle è quasi finito. Il viaggio dal nome Mylo Xlyloto Tour però, è appena iniziato.

R42