Jonny: 'C'è della chimica che ci unisce'

  • Vota questo articolo
    (3 Voti)

Quanto la band interagisce quando siete sul palco?
C'è un grado di interazione, ma di solito riguarda l'attività di leggere le labbra per capire cosa viene detto!
A volte c'è Guy che dice "Cosa suoniamo dopo?". E di solito parliamo dello show stesso, del pubblico, di questo genere di cose.

Quante chitarre diverse usi durante una performance?
In questo show suono 4 o 5 chitarre diverse. Ne portiamo un po' di più con noi nel caso qualcuna si rompa oppure si bagni. Ho una nuova Nash Jazzmaster per suonare Hymn for the Weekend.

Hai una chitarra preferita?
Sì, è una Fender Telecaster Thinline che ho comprato a Chicago nel 2001. L'ho suonata in quasi tutti i tour, mi sembra che abbia un suono migliore rispetto a tutte le altre. A volte quando registriamo uso nuove chitarre perché ti aiuta a migliorarti, ma torno sempre a questa ogni volta.

Will è stato descritto come il "capitano" dei Coldplay. Cosa apporta al gruppo?
Will non è solo il cuore pulsante del gruppo ma ha anche buon gusto, sa trovare caffè buoni ed è uno scopritore di vini pregiati.

C'è qualcosa che ti porti da casa quando viaggi per il tour?
Mi porto spesso libri e e-reader. Ti fa passare il tempo nei lunghi viaggi. Ricordo una volta che mi sono letto tutto 'I fratelli Karamazov' in 24 ore dalla Nuova Zelanda a Londra. Ma mi fa sentire piuttosto strano, forse non lo consiglierei!

Leggi tutto...